Hotel Pontejel Cortina d'Ampezzo

I nostri piatti

Cestino di parmigiano con tarassaco e crema di fave, guarnito con asparagi selvatici, uovo sodo e pancetta croccante.

Cestino di ParmigianoCestino di parmigiano: in una piccola padella antiaderente sciogliere il formaggio parmigiano grattugiato e ricavatene una sottile cialda. Sovrapponete la cialda ancora calda su un bicchiere di piccole dimensioni capovolto, allo scopo di ottenere una forma simile a un cestino.

Fate soffriggere lo scalogno e aggiungete le fave precedentemente ammorbidire in acqua fredda per una notre. Bagnare con poca acqua, salate quanto basta e cuocete per circa un’ora a fuoco lento. Passate le fave cotte al setaccio per ottenere una morbida purea.

Ponete alcune foglie di tarassaco, ben lavate e sgocciolare, nei cestini di parmigiano, conditele con del buon aceto di vino e versatevi sopra la crema di fave. Disponete gli asparagi selvatici a cornice nel piatto e coprite uniformemente il tutto con l’uovo sodo setacciato grossolanamente. Aggiungete infine la pancetta. saltata in padella con poco olio e ben croccante, e servite immediatamente.

Ingredienti per 4 persone

  • Crema di fave ottenuta da 150 gr di fave secche
  • 1 scalogno
  • 1 cucchiaio scarso ai pancetta per persona
  • 1 pugno di tarassaco
  • (radicchio selvatico) per persona
  • 4 cestini di parmigiano
  • Aceto di vino
  • Sale
  • 2 uova sode

Ventaglio d’anatra su letto di lattuga belga scottata, guarnito con vinaigrette al lampone, melograno e germogli di radicchio di monte con crostini alle erbe.

Ventaglio d’anatraRosolate il petto d’anatra una decina di minuti per parte a fuoco allegro, in modo che all’interno risulti leggermente rosato. Scottate la lattuga belga tagliata a striscioline e disponetela al centro del piatto. Tagliate finemente il petto d’anatra e adagiatelo sulla lattuga in modo da formare un ventaglio. Nel fondo di cottura dell’anatra rompete i lamponi, spruzzate di aceto e cuocete per mezzo minuto circa. Filtrare poi il sugo ottenuto e versatelo caldo sul ventaglio d’anatra. Guarnite con il melograno e i germogli di radicchio di monte sott’olio.

Servite con crostini caldi, preferibilmente di pane aromatizzato alle erbe.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 petto d’anatra grosso
  • Alcune figlie di lattuga belga
  • Alcuni lamponi
  • Aceto di vino rosso di buona qualità
  • Chicchi di melograno
  • Germogli di radicchio di monte sott’olio o in mancanza carciofini sott’olio.

Cannoli di patate ripieni alla gruviera con sontè di funghi porcini affettati.

CannoliPreparate un impasto uguale a quello degli gnocchi di patate. Stendetelo col mattarello e formate dei piccoli quadrati. Macinate la gruviera e lavoratela a mano fino a ottenere una pasta, alla quale darete la forma di piccoli cilindri. Adagiate i cilindri di gruviera sui quadrati di pasta di patate e arrotolateli, chiudendoli bene, per ottenere la classica forma del cannolo.

Portate a ebollizione l`acqua salata e immergere i cannoli lino a quando verranno a galla. Scolateli bene, raccogliendoli con un mestolo forato e adagia teli nel piatto. Cospargete con parmigiano grattugiato. Fondete del burro in padella, affettate sottilmente i porcini e saltateli per alcuni istanti nel burro caldo.

Versare sopra i cannoli e guarnite con germogli di crescione di ruscello.

Ingredienti per 4 persone

  • 500 gr di patate lesse
  • 2 uova
  • Farina
  • Sale
  • 1 fetta di formaggio gruviera
  • Alcuni porcini di piccole dimensioni sodi e freschi
  • Alcuni germogli di crescione di rusciello
  • Burro
  • Formaggio grana grattuggiato

Ravioli di pasta verde ripieni di carciofi e provolone con sontè di pomodorini.

Ravioli di PastaPreparate la pasta dei ravioli con uova, farina e gli spinaci lessati, frullati e ben sgocciolati. Riducete in crema i carciofi precedentemente lessati, avendo cura di raschiare la polpa dalle foglie esterne più dure. Insaporite con lo scalogno saltato in padella, aggiungete il formaggio provolone e macinate il tutto con aggiunta di qualche foglia di prezzemolo.

Formate dei ravioli e riempiteli con l’impasto ai carciofi.

Portate a ebollizione l’acqua salata, fate cuocere i ravioli per circa 6 minuti, scolateli accuratamente. Fate saltare in padella, per pochi istanti, i pomodori datterini tagliati a metà e spargeteli sui ravioli.

Servite velocemente.

Consiglio: in estate è possibile sostituire i carciofi con delle melanzane.

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta verde:

  • ½ kg di farina 00
  • 3 uova
  • 200 gr di spinaci lessati

Per il ripieno:

  • ½ kg di carciofi
  • 300 gr di formaggio provolone
  • 1 scalogno
  • Prezzemolo

Per la salsa di riempimento:

  • Pomodori datterini
  • Sale
  • Olio extravergine d’oliva

Filettino di maiale in mantello di speck, bagnato al Blauburgunder e guarnito al ginepro.

 Filettino di maialeTagliate il filetto di maiale in dischetti di tre centimetri di spessore e rosolateli con un goccio di olio extravergine d’oliva per circa tre minuti da entrambi i lati. Arrotolate lo speck affettato finemente attorno ai filettini e scottate ancora per pochi istanti.

Disponete nel piatto. Nel fondo di cottura rimasto aggiungete mezzo bicchiere di Blauburguncler, con alcune bacche di ginepro schiacciate e del timo sminuzzato tra le mani. Fate ridurre la salsina e versa tela sopra i filettini.

Si guarnisce con crocchette o purea di patate.

Ingredienti per 4 persone

  • 600 gr filetto di maiale
  • Alcune fettine di speck
  • ½ bicchiere di vino Blauburgunder dell’Alto Adige – Südtirol
  • Olio extravergine d’oliva
  • Alcune bacche di ginepro
  • Timo

Fegato alla veneziana.

Fegato alla venezianaPulite accuratamente il fegato di vitello, spellandolo e privandolo di tutte le nervature e venature, quindi tagliatelo molto sottile.

In una padella, preferibilmente di ferro o di rame, molto calda mettete l’olio d’oliva extravergine, una nocetta di burro e il fegato. Saltate ripetutamente a fuoco vivo fino a quando il fegato non apparirà ben rosolato, badando che non cuocia troppo, altrimenti indurisce. Aggiungete la cipolla imbiondita a parte e a fuoco lento nell’olio, e mezza foglia d’alloro. Continuate la cottura ancora per pochi istanti, salate e pepate. Spruzzate appena con il vino bianco secco, cospargete di prezzemolo tritato e servite con polenta fresca integrale.

Consiglio – La ricetta è in sé molto semplice, ma richiede attenzione particolare nella cottura al punto giusto, a fuoco vivace, e soprattutto nella meticolosità della snervatura del fegato.

Ingredienti per una persona

  • 200 gr. di fegato di vitello freschissimo
  • Olio extravergine d’oliva
  • Burro
  • 1 cipolla
  • Alloro
  • ½ bicchiere di vino bianco secco
  • Prezzemolo